Home | Riferimenti | Contatto | Email
 
 
 
 
 
 
 
 
Dopo la sconfitta dell’impero ottomano nella I guerra mondiale, il trattato di Sèvres accettato dal sultano (Mahmud VI) aveva ridotto il territorio dell’impero a un’esigua zona intorno agli stretti del Bosforo e dei Dardanelli, mentre il resto del paese era stato smembrato in zone affidate a varie potenze occidentali. Contro le durissime condizioni imposte dai vincitori e contro l’occupazione greca di parte dei territori reagirono i nazionalisti turchi, che intrapresero una guerra per l’indipendenza del loro paese, opponendosi alla capitolazione del sultano. In questa lotta si distinse un giovane capitano, Mustafa Kemal, che divenne un eroe nazionale con le sue molteplici vittorie, distinguendosi per non aver mai riportato sconfitte. Egli riuscì a liberare completamente la Turchia a dispetto dell’opposizione interna, abolì il potere della dinastia ottomana e proclamò la Repubblica, di cui fu eletto Presidente, con il nome di Ataturk (“padre dei Turchi”).

La rivoluzione kemalista non si limitò alla forma dello stato, ma si estese anche a tutti i settori della vita pubblica e privata: Ataturk sottopose la società turca ad un rapido processo di modernizzazione, che unì un nazionalismo laicista all’occidentalizzazione economica e istituzionale. L’Islam cessò di essere religione di stato, furono introdotti codici di legge di ispirazione occidentale, fu imposto il passaggio dalla scrittura araba (inadatta alla lingua turca) all’alfabeto latino, già nel 1934 venne concesso il voto alle donne (il suffragio universale maschile era di dieci anni prima); nelle campagne furono cancellati i resti del feudalesimo e l’industrializzazione ricevette un notevole impulso con il concorso determinante dello stato.

Presidente della Turchia fino al 1938 (l’anno della sua morte), Ataturk si può dire a tutti gli effetti l’eroe nazionale del paese e il creatore della moderna Turchia. Nel 1981 è stato celebrato il centenario della sua nascita; la dottrina kemalista, base della repubblica turca, non è mai stata seriamente messa in discussione nel paese.
 
   
 

© Argeus Travel Agency - All Rights Reserved.
Designed & Hosted by ABC Medya